La fine e l’inizio

La fine dell’anno e l’inizio del nuovo fa pensare a tutto il fare del tempo trascorso. In numeri. La cartella del mio lavoro fotografico anno 2014 contiene 3715 file d’immagini, di queste ne ho elaborate/pubblicate su facebook 342. Il file word dove ho trascritto i testi poetici del 2014 si compone di 30 pagine, 33564 parole, 279 righe. Il file word del primo libro dei “Dialoghi” (titolo provvisorio), che ho scritto quest’anno, è formato da 36 pagine, 7000 parole, 39905 caratteri e 332 righe, il file del secondo libro dei “Dialoghi” (sempre titolo provvisorio), ancora al suo principio, contiene 5 pagine, 914 parole, 5210 caratteri, 43 righe. Ho pubblicato con Decomporre Edizioni 2 poesie in un’ antologia. Ho tradotto alcune poesie di Emily Dickinson, Mark Strand, Wallace Stevens. Sul blog “Blanc de ta nuque” Stefano Guglielmin ha pubblicato una mia nota introduttiva al lavoro poetico di Giuseppe Samperi. Su facebook ho inaugurato il nuovo gruppo “La rosa di nessuno”, che coamministro con Deborah Mega e che si sta rivelando un’esperienza piacevole ed interessante. Tra le mie note  su facebook ho pubblicato un commento in margine alla finale dell’ultima puntata del programma televisivo “The Voice”. Sempre su facebook ho proseguito la gestione del gruppo – pagina Fuoco Visuale/Visual Fire e la cogestione del gruppo – pagina Beauty. Curo ancora questo mio blog “Di poche foglie” con tempi lunghissimi. E’ stato un anno come gli altri. Di buono c’è che posso fare ancora altro, proseguire nel 2015 la mia ricerca, andare ancora avanti.

Parole e cicale (Diario poetico di una vacanza)

Mi disse tempo fa un poeta che un giorno sarei stata in grado di modulare a tal punto la mia "voce" che avrei potuto dire poeticamente qualunque cosa avessi voluto. Mi è tornata in mente questa frase, mentre elaboravo giorno per giorno il mio" bollettino ferie" negli "stati" che ho pubblicato su facebook dal 16 luglio a lunedì scorso.

Ho completato il lavoro di assemblaggio di quei"bollettini ferie" e di alcune mie foto elaborate digitalmente e nell’insieme ho composto la mia quarta raccolta visual poetica dal titolo : "Parole e cicale" (Diario poetico di una vacanza).

Non so se quel poeta intendesse un lavoro, una voce, un risultato di questo tipo, intanto l’ho pubblicato, sperando meriti il tempo che qualcuno ad esso vorrà dedicare.

A questo link su issuu.

http://issuu.com/loredanasemantica/docs/paroleecicale

Silloge da sfogliare

http://static.issuu.com/webembed/viewers/style1/v1/IssuuViewer.swf

Ho scoperto questa bellissima applicazione  http://issuu.com/ che serve visualizzare come un libro i file pdf. L’ho sperimentata sulla mia prima raccolta "Silloge minima" Per sfogliare "Silloge minima"  cliccarvi sopra, nella finestra che si apre cliccare di nuovo per ingrandire e poi usare la freccetta > della tastiera per andare avanti.  Per chiudere la finestra usare il simbolo X in alto a destra della pagina.

Blog su WordPress.com.

Su ↑