Fin dove volano le api furibonde

 

 
Emily Dickinson: Api e poesie

(testo originale e traduzione)

*

Ferocious as a Bee without a wing

The Prince of Honey and the Prince of Sting

So plain a flower presents her Disk to thee

 

Feroce come un’Ape senza un’ala

Il Principe del Miele e il Principe del Pungiglione

Così semplicemente un fiore offre la sua corolla a te

*

Th lovely flowers embarrass me,

They make me regret I am not a Bee

 

Gli incantevoli fiori mi imbarazzano,

Mi fanno rammaricare di non essere un’Ape

*

I stole them from a Bee –

Because – Thee –

Sweet plea –

He pardoned me!

 

Li rubai a un’Ape –

Per – Te –

Dolce ammissione –

Lei mi ha pedonato!

*

Fame is a bee.

It has a song

It has a sting

Ah, too, it has a wing.

 

La fama è un’ape.

Ha un canto

e un pungiglione

Ah, ma anche le ali

*

To make a prairie it takes a clover and one bee,

One clover, and a bee,

And revery.

The revery alone will do,

If bees are few.

 

Per fare un prato servono un trifoglio e un’ape

Un trifoglio e un ape,

e il sogno.

Il sogno da solo basterà

se le api sono poche.

*

Bee! I’m expecting you!

Was saying Yesterday

To Somebody you know

That you were due –

 

The Frogs got Home last Week –

Are settled, and at work –

Birds mostly back –

The Clover warm and thick –

 

You’ll get my Letter by

The Seventeenth; Reply

Or better, be with me –

Your’s, Fly.

 

Ape! Ti sto aspettando!

Stavo dicendo Ieri

A Qualcuno che conosci

Che eri in arrivo –

 

Le Rane sono a Casa da una Settimana –

Sistemate, e al lavoro –

Gli Uccelli in gran parte tornati –

Il Trifoglio caldo e folto –

 

Riceverai questa mia entro

Il Diciassette; Rispondi

O meglio, sii da me –

Tua, Mosca.

*

The Bee is not afraid of me.

I know the Butterfly –

The pretty people in the Woods

Receive me cordially –

 

The Brooks laugh louder

When I come –

The Breezes madder play;

 

Wherefore mine eye thy silver mists,

Wherefore, Oh Summer’s Day?

 

L’Ape non ha paura di me.

Conosco la Farfalla –

Il grazioso popolo dei Boschi

Mi riceve cordialmente –

 

I Ruscelli ridono più forte

Quando arrivo –

Più folli giocano le Brezze;

 

Perché il tuo argento mi appanna la vista,

Perché, Oh Giorno d’Estate?

*

The murmur of a Bee

A Witchcraft – yieldeth me –

If any ask me why –

‘Twere easier to die –

Than tell –

 

The Red upon the Hill

Taketh away my will –

If anybody sneer –

Take care – for God is here –

That’s all.

 

The Breaking of the Day

Addeth to my Degree –

If any ask me how –

Artist – who drew me so – Must tell!

 

Il mormorio di un’Ape

– produce in me – Una Magia

Se qualcuno mi chiede perché –

Sarebbe più facile morire –

Che dire –

 

Il Rosso sulla Collina

Mi toglie la volontà –

Se qualcuno sogghigna –

Stia attento – perché Dio è qui –

Questo è tutto.

 

L’Interrompersi del Giorno

Accresce il mio Rango –

Se qualcuno mi chiede come –

L’artista – che mi disegnò così –

lo dica! 

Settecentotredici

Fame of Myself, to justify,
All other Plaudit be
Superfluous – An Incense
Beyond Necessity –

Fame of Myself to lack – Although
My Name be else supreme –
This were an Honor honorless –
A futile Diadem –

Emily Dickinson

Se la mia fama è giustificata

ogni altra lode è superflua

un incensamento ulteriore

Ma se non ho stima di me

anche se il mio nome

altrimenti raggiungesse il cielo

sarebbe onore privo d’ onore

un ornamento senza utilità.

traduzione di Loredana Semantica

L'occhio della memoria

There is a pain – so utter –
It swallows Being up –
Then covers the Abyss with Trance –
So Memory can step
Around – across – upon it –
As One within a Swoon –
Goes safely – where an open eye –
Would drop Him – Bone by Bone –

 

Emily Dickinson

C’è un dolore così assoluto

da ingoiare l’Essere

quando l’abisso si copre d’apatia  
e la memoria può passarvi

oltre intorno attraverso
come chi immerso nel delirio

va sicuro dove l’occhio aperto
lo fa a pezzi osso dopo osso.

 

Traduzione by Semantica

La grandezza che è dentro di noi

We never know how high we are
Till we are asked to rise
And then if we are true to plan
Our statures touch the skies –

 

The Heroism we recite
Would be a normal thing
Did not ourselves the Cubits warp
For fear to be a King –

Emily Dickinson

Noi non sappiamo mai quanto siamo alti
finché non ci chiedono di alzarci
ed allora se siamo conformi al progetto
le nostre stature toccano i cieli

 

Sarebbe per noi cosa normale

vestire i panni degli eroi
invece di ridimensionarci in cubiti
per paura di smisurare in Re

traduzione by Semantica

E' come

It’s like the Light –
A fashionless Delight –
It’s like the Bee –
A dateless – Melody –

It’s like the Woods –
Private – Like the Breeze –
Phraseless – yet it stirs
The proudest Trees –

It’s like the Morning –
Best – when it’s done –
And the Everlasting Clocks –
Chime – Noon!

Emily Dickinson

È come la luce
splendore senza forma
è come un’ape
armonia senza tempo. 

È segreto come i boschi
come il vento è senza

parole eppure muove
gli alberi  più superbi.

E’ come il più fulgido
mattino quando è finito

e gli orologi eterni

battono Mezzogiorno.

traduzione by Semantica

Beauty

Estranged from Beauty –  none can be
For Beauty is Infinity –
And power to be finite ceased
Before Identity was creased –

Emily Dickinson

Nessuno è estraneo alla Bellezza

perché la Bellezza è Infinito

e la possibilità d’essere finiti cessò

prima che l’Identità prendesse forma 

 traduzione by Semantica