Quel che volevo dirvi

Quel che volevo dirvi
è ciò che vi ho detto
tutto l’esatto imperfetto
del coacervo estratto
dalle profondità insaziate
del magmatico nulla
quel che resta da dire
molto di più del tempo che resta
poche cose di cui sono certa.

Langue il silenzio a vantaggio
del frastuono
tra pudore e vergogna
non si colloca la superbia
tra chiedere e indagare
non abita la discrezione
tra verità e suggestione
cova il mistero
tra invenzione e autentico
gronda la creazione
tra qui e passato la memoria
tra ora e domani la divinazione
tra mani e dolore la poesia.

Il successo non dura
e poi ha un prezzo per alcuni
difficile da accettare
oltre la vita il raccolto
il racconto gli altri
la prosecuzione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: