La poesia cresce

La poesia cresce per strada
vicino alle favole ha papaveri
che parlano la lingua degli uomini.

Nessuno s’illuda di custodirla
nessuno la possiede interamente
qualcuno vi immerge un braccio
altri una mano altri ancora
vi annegano dentro
ma dalla bocca escono solo
bolle di sapone.

2 risposte a “La poesia cresce

  1. Mi ricorda la delicatezza di talune poesie di E. Dickinson e la spietata lucidità di W. Szymborska. Prima o poi tutti ci cimentiamo in questa caccia alle farfalle benda sugli occhi

  2. Glasyalabolas mi paragoni a due miti, uno datato l’altro piu vicino a noi, e ciò mi è molto gradito. Condita con due decilitri della Plath un etto della Romagnoli, due dita di Campo, una lacrima della Rosselli, questa potrebbe essere la mia poesia ideale (non una ovviamente, ma l’insieme, bello anche che mi vengano in mente solo nomi femminili) e magari anche con la pretesa d’essere nuova.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...