La lesione

Sugli arti spunta talvolta
una lesione nuova
un ponfo un graffio un taglio fresco
una ferita
che sfrigola d'acqua ossigenata. 

Una di queste rotonda
tutta (e)rosa si è accampata
in cima al mio avambraccio
da oltre un mese l'osservo diffidente
 mai che mi sorrida
che mi rassicuri d'essere innocente
mai che sembri di voler guarire.
A tratti s’infiamma di bolle purulente
 mostro che prepara il pasto
 ingorda fiera  famelica di pelle
quando si espande a impulsi sembra
un buco nero che del corpo voglia
per magnetismo invincibile
inghiottire tutta la materia.

Io la sferzerei di rabbia a sangue
per aver preteso una pezzetto del mio braccio
per aver osato d’abitarmi
in una qualche superficie o anfratto
soprattutto per averlo fatto
senza chiedermi il permesso
senza nemmeno aver sfrattato prima
gli inquilini che c’erano a  contratto
i miei tormenti soliti e noiosi
da sempre legittimi abitanti.  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: