23. La lingua degli uccelli

Lui pronuncia la lingua degli uccelli
esce dal becco lungo adunco
a croce
limpidissima la voce
ventitré suoni a calibrare il vento
soffio che passa dalla bocca
tasto che la corda tocca
rombo spacca timpani di tuono
acceso fuoco che produce
onda dal fragore verde
dove cadere per elastico abbandono
dal più alto picco del dolore
sottomettendo al dominio del pensiero
l'istinto di sopravvivenza primitivo. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: