Accadimento 27.28.

Accade di reggere la croce

come ventotto cardini la porta

di varcare la soglia fino al bosco

dove cresce la parola

ed ogni varietà di fiori

erbe alberi cespugli

il legno inchiodato sulla spalla

a sgravare parti prematuri

come una pena

che la sostieni e soffri

se l'abbandoni pure.

 

Accade che sia merda

rifiuto scarto spazzatura

che sia un assurdo e una vergogna

che taluno legga ascolti pensi

che a qualcuno possa mai

appena un poco interessare

quella cosa penosa

ridicola noiosa

summa d'inutilità fatta parola

di uno scritto in versi.

 

Accade che si scriva

ed è un errore

che si abbia almeno un etto di pudore

per riscatto del cedimento

di nascondere al mondo l'apparato digerente

ventisette metri d'interiora

e il corpo circostante dell'autore

fonte reo con fessa

di tanto orrore.

 

 

Una risposta a "Accadimento 27.28."

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: