Di poche foglie

Quando il niente viene
e prende a calci
ti aiuterei sapessi come
tendere al sopralzo
ma questo mondo è strano
vuole e disvuole fa baccano
non c'è modo di avere il silenzio
pensare al volo degli uccelli
ai petali che staccandosi dal fiore
volteggiano tra il cuore ed il cemento
non c'è modo di restare
uniti per le mani aperte
congiunte palmo a palmo
a sentire il battito del tempo
mentre una foglia
frusciando leggera
si posa sul marmo
e sprofonda.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: