The lady of Shalott

La leggenda della Dama di Shalott, già ripresa e narrata dal poema di Alfred Tennyson, è stata interpretata da Loreena Meckennit  nella canzone che è colonna sonora di questo caleidoscopico video.

 

Molte sono le versioni fiorite a raccontare questa misteriosa leggenda, tra le altre l’interpretazione che essa sia la metafora dello scrittore che vive nel mondo che esso stesso s’inventa scrivendo, incapace di vivere quello reale.

Con miei versi.  

The lady of Shalott

 

Nella torre di Shalott tra i fili
intrecci di uccelli la lana
l’erba tra rami alla tela
le mani veloci e leggere
la dama tesseva le stelle
di luna i capelli e la pelle
l’immenso acceso a colori
i nodi al tessuto dei fiori.

Lei guardava talora distratta
dal lato diverso da Camelot
il mondo fluttuante allo specchio
la siepe le sagome in ombra
i barbagli radianti di luce
le spalle voltate alla reggia
cantava la dama di Shalott.

Madre che mi lasciasti
padre da tempo perduto
il mistero stregato è nel cerchio
una rosa di male oscuro.

Ma un giovane bello cavalca
i riccioli neri lo scudo
nel sole brillante il riflesso
la fata depose la tela
sporgendosi verso lo specchio
l’incanto la prende d’attesa
sgomento alla gola proteso
volle in quel giorno tremante
voltarsi alla vista dell’oltre
la mente rapita dagli occhi.

Un grido echeggiò nello specchio
la tela sopraffatta si ruppe
di schianto maledetto lo strappo
incantesimo infranto divelto
lei sente la vita che esce
strisciando ai polsi dal petto
raggiunge a tre passi la barca
e lascia la sponda di Shalott.

Madre che mi lasciasti
padre da tempo perduto
il mistero stregato è nel cerchio
una rosa di male oscuro.

Scivola lenta la barca
lenta come lenta è nell’acqua
la goccia che spreme il respiro
il sangue che a freddo si stacca
giunge la dama alla reggia
nel soffio di gelo la barca
il corpo delicato nel bianco
le vesti la candida mano
dissero bella la dama
impauriti segnandosi in croce
bello il suo viso composto
nel velo mistero d’eterno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: