Poeta per diletto

Segnalo, tratto di qui, il terzo ed ultimo articolo dedicato al tema "Poesia e web" che segue gli altri due segnalati nei post sottostanti.

Ho scoperto che non solo gli italiani sono un popolo di poeti, e più poeti che lettori, ma anche i polacchi. Così mi è nato il sospetto che forse anche tanti altri popoli… Dovunque è diffusa la scolarizzazione, probabilmente, fare il “poeta della domenica” è un virtuoso diletto; così come bearsi della rilettura dei propri sfoghi lirici minimizzando il beneficio che invece potrebbe derivare dall’abitudine a leggere quelli degli altri. Insomma, un proliferare globalizzato di tutte quelle pessime coazioni a ripetersi della scrittura che la Szymborska stigmatizzava con tagliente ironia – ma è sorta una nuova generazione di poeti polacchi più matura e creativa grazie alla sua infaticabile opera di potatura? Oppure chi ne ha guadagnato è stato solo  il settimanale di Cracovia, che ha visto crescere negli anni il numero di lettori/abbonati smaniosi di sottoporsi all’anatomia implacabile della popolarissima scrittrice? continua a leggere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: