Vanità semantica: prima pagina

http://www.google.it/search?hl=it&q=semantica&btnG=Cerca+con+Google&meta=&aq=f&oq= 

 Risultati 110 su circa 619.000 per semantica. (0,07 secondi) 

Risultati di ricerca

  1. Semantica – Wikipedia

    La semantica è quella parte della linguistica che studia il significato delle parole (semantica lessicale), degli insiemi delle parole,
    it.wikipedia.org/wiki/SemanticaCopia cacheSimili
  2. Semantica (disambigua) – Wikipedia

    Il termine semantica (dal greco semantikos, "significato", derivato da sema, "segno") è usato in molte diverse accezioni, tutte attinenti al concetto di
    it.wikipedia.org/wiki/Semantica_(disambigua) – Copia cacheSimili
    Altri risultati in it.wikipedia.org »
  3. Semantica edizioni

    Edizioni Semantica per l’Automobile – Magazine è una pubblicazione mensile, pensata per formare e informare gli… Abbonamento ESA 10 Numeri + DVD 40
    www.semantica.it/ – Copia cacheSimili
  4. Semantica – MSN Encarta

    Semantica Studio dei significati dei segni linguistici, cioè delle parole, espressioni e frasi dal greco semaínein, significare. La semantica
    it.encarta.msn.com/encyclopedia…/Semantica.html – Copia cacheSimili
  5. [PDF]

    1 LA SEMANTICA di Piero Polidoro

    Formato file: PDF/Adobe Acrobat – Versione HTML
    Il termine semantica fu introdotto nel 1883 dal linguista francese Michel ….. Di fronte al problema della semantica (come di fronte a qualunque oggetto di
    digilander.libero.it/pieropolidoro/metafora/semantica.pdf – Simili
  6. semantica e terminologia nei portali :utenza e comunicazione ::

    Gruppo di lavoro. Semantica e terminologia nei portali. L’iscrizione e l’accesso al sito sono gratuiti. home :: forum :: glossario :: lavoro :: link
    http://www.indire.it/websemantico/ – Copia cacheSimili
  7. :::: Semantica Srl :::: – Home

    Semantica Srl, Cesena, hardware, software, posta elettronica, assistenza…….
    www.semantica.org/ – Copia cacheSimili
  8. semantica

    Roberto per ispirazione dalla mia poesia “Sfavillio” ha elaborato l’immagine sottostante "Amorosa Semantica"; io a mia volta per ispirazione e commento ho
    semantica.splinder.com/ – Copia cacheSimili
  9. PI: Che cos’è un motore di ricerca semantico?

    Trovare tutto, prima e meglio. Senza doversi improvvisare maghi delle parole chiave, ma semplicemente domandandolo al computer come fosse un amico o un
    punto-informatico.it/…/che-cos-un-motore-ricerca-semantico.aspx – Copia cacheSimili
  10. Gnoli: Indicizzazione semantica nell’era digitale

    17 ott 2002 Ricordando l’opinione di Eugenio Gatto, secondo cui lo sfruttamento dei dati semantici negli opac è ancora oggi in una fase "preistorica",
    http://www.burioni.it/forum/gnoli-sem.htmCopia cacheSimili
if(google.y)google.y.first=[];if(google.y)google.y.first=[];google.dstr=[];google.rein=[];window.setTimeout(function(){var a=document.createElement(“script”);a.src=”/extern_js/f/CgJpdBICaXQrMAo4GywrMA44BSwrMBY4DiwrMBc4AywrMBg4BCwrMCU4yYgBLCswJjgELCswJzgALA/nDdmHD94920.js”;(document.getElementById(“xjsd”)||document.body).appendChild(a)},0);
;google.xjs&&google.j&&google.j.xi&&google.j.xi()

(function(){
function a(){google.timers.load.t.ol=(new Date).getTime();google.report&&google.report(google.timers.load,google.kCSI)}if(window.addEventListener)window.addEventListener(“load”,a,false);else if(window.attachEvent)window.attachEvent(“onload”,a);google.timers.load.t.prt=(new Date).getTime();
})();

2 risposte a "Vanità semantica: prima pagina"

Add yours

  1. Davvero, io cuor semplice, non capisco il senso di un post del genere. Una ricerca su google so farmela anche da solo, se ne ho voglia. Ma poi vedo quelle tre righe così evidenziate in blu. Clicco e… sgomento mi perdo negli abissi dell’umano pensiero da cui mi ritraggo in silente e ammirata soggezione, sbigottito davanti alla infinita generosità della sorte. Perché spigolando qui e lì nel link del link, trovo infine delle perle di ineffabile riprova della mia totale stupidità. Come altrimenti sentirsi davanti a espressioni del genere: “Ho sempre avuto la sensazione che le opere kafkiane in realtà abbiano una fase iniziale sprofondata in una sorta di buco nero, un utero iniziatico della creatività, di cui avverto, a pelle, esplosioni musicali, poetiche, timbriche… esplosioni di inventiva immensa che non possono avere un finale quanto
    meno classicamente inteso”?
    Sgomento dalla mia abissale idiozia che non mi permette di comprendere un’acca di tanta potenza evocativa, mi permetto solo di compatire le amanti dell’immaginifico estensore, che spero non abbiano mai saputo come il loro prezioso utero sia stato vissuto come un “buco nero” dal nostro ineffabile artista, porello.
    Ma se poi mi sposto dalla potenza del pensiero davanti a cui mi inchino come un devoto suddito, se mi sposto appena più in là, in un ambito in cui sono appena appena meno analfabeta, scopro però una tale sovrana minchioneria, una tale regale castroneria, una tale prova di incompetenza soddisfatta, un tale siderale luogo comune abbagliante in nome del quale anche Bouvard e Pecuchet si sarebbero ritratti pieni d’orrore. Che a sentir parlare di “certi attacchi musicali di spessore notevolissimo”, per cui il nostro Beneamato, pensa, mirabile dictu, alla Nona Sinfonia di L. Van Beethoven…”. Eh no, cazzo!, qui so ben ciò di cui si tratta. Sappiamo tutti il “sonno di Omero” che in quell’opera afflisse anche Beethoven, tutti sappiamo che al massimo parlando della Nona si parla di una “gaffe di Beethoven”, in cui la ricerca del grandioso è così brutto male, che viene sul serio voglia di preferire non dico la divina Sesta o la Quinta, ma addirittura l’Andante favorito o un qualsiasi tempo del Settimino in re. Che già Wagner se ne ebbe a male, perché, la Nona, è proprio la parte più debole perché ci rivela con molta ingenuità l’impaccio di un compositore vero che non sa come rappresentare finalmente il Paradiso.
    E allora, mi chiedo? Se per lui è invece spessore notevolissimo, che fargli, porello? Dirgli: “Sì, caruccio, continua così bello a papà, bel mio minchioncino, ma perché non ti suicidi?”.
    Si capisce pure il buco nero e l’utero iniziatico, del colui che al massimo è buone braccia sottratte alla terra.

    Son così belle certe tue poesie, Semantica, che da sole bastano a fare antologia, che mi chiedo come sia possibile trascinarsi appresso un peso morto così infestante. Mah, misteri della vita.

  2. davvero io cuore complicato comprendo solo la terz’ultima riga e mezzo di questo commento 😉
    grazie, fux

    nel merito il post vuol dire : da 0 a 100 in 9 mesi, evidenzia cioè l’esito dei logaritmi sottostanti all’azione di filtro del motore di ricerca più usato nel mondo. Adesso alla ricerca della parola “semantica” sul web si associa tra i primi risultati questo blog che ho inaugurato a novembre delle scorso anno. Cosa che prima non avveniva e dovrebbe significare una certa notorietà in rete. E’ un post tecnico e nel contempo autocelebrativo. Di vanità: la mia naturally.

    PS. Se mi spiegassi meglio la faccenda del peso morto ….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: