Incolto palpito

Per i palpiti tu eri

spregiudicata femmina virale

vogliosa di saliva e baci

bocca eri per condire pezzi

a fragole e sciroppo.

Una pelle di giovane velluto

un gusto fresco di salmastro

sodo al tatto

elastico di zucchero e limone

agro il succo nel recesso più segreto

dove per sbilanciamento cieco

convergeva incolto l’ombelico.

Ma la voce incredibile interiore

è condanna a coniugare

la coerenza al di sopra di ogni dire

e fare e dare ad altri

i sensi nostri i colpi in coda

i sessi vostri rabberciati.

Brucia in petto il cesto

di sabbia rutilante

e dentro gli occhi a forza

si riversa il mare.

2 risposte a "Incolto palpito"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: